creatività

Lezioni di innovazione da 3M

3M è un’azienda iconica dell’in­novazione. Sebbene sia principal­mente nota per “cose appiccicose e graffianti” (post-it e carta vetra­ta), 3M ha oltre 55.000 prodotti, e immette sul mercato 25 nuovi prodotti a setti­mana oltre ad aver avuto oltre 3700 brevetti globali concessi nel 2016.

4 modi di essere efficaci nell’execution

Un interessante articolo tratto dalla Harvard Business Review. La maggior parte delle persone riconosce che l’Execution è una competenza critica e cerca di lavorarci, ma può sottovalutare quanto sia importante per la propria crescita o non rendersi conto che è possibile migliorare l’execution senza costringersi a lavorare di più.

Come Google fa innovazione

Steve Jobs ha costruito, e poi fatto crescere, Apple fondendo la tecnologia con il design. IBM è rimasta uno dei principali attori nel suo settore per circa un secolo investendo in una ricerca che è stata spesso un decennio in anticipo sui tempi. Facebook “si muove velocemente e mantiene un’infrastruttura stabile”. Ognuna di queste aziende, a proprio modo, fa innovazione in maniera eccellente. Ma ciò che rende Google (ora ufficialmente noto come Alphabet) diverso è che non si basa su nessuna strategia, ma semplicemente sforna progetti innovativi e li commercializza.

Creative thinking: 40 anni di ricerca sulla differenza tra innovazione disruptive e radicale

In una recente pubblicazione ap­parsa sul Journal of Product In­novation, i ricercatori hanno pub­blicato i risultati di una revisione sistematica di 40 anni di ricerca sull’innovazione. Utilizzando un si­stema di elaborazione del linguag­gio naturale, hanno analizzato e organizzato 1.078 articoli pubbli­cati sui temi di innovazione dirom­pente, architettonica, innovativa, distruttiva delle competenze, di­scontinua e radicale.

Nuovi modelli organizzativi: il modello rivoluzionario delle piante

In un libro di recente pubblicazione, “Plant Revolution”, Stefano Mancuso, scienziato e neurobiologo, sfata il luogo comune secondo cui le piante sarebbero degli esseri viventi semplici e senza una particolare intelligenza. In realtà, a differenza di quanto si possa pensare, le piante sono l’esempio di intelligenza adattiva più brillante, se non il migliore esempio a cui ispirarsi sulla Terra per trovare delle soluzioni per la maggior parte dei problemi che affliggono l’umanità come l’inquinamento, la penuria di risorse, i rischi che derivano dai fenomeni atmosferici e la possibilità si sopravvivere a un attacco: “Le piante consumano pochissima energia, hanno un’architettura modulare, un’intelligenza distribuita e nessun centro di comando”.

Usa il tuo nemico

Vi segnaliamo un interessante libro di Adam Kahane, edito da BUR, Biblioteca Universale Rizzoli. L’autore sostiene che l’idea tradizionale di collaborazione è spesso controproducente.

Come eccellere sia nella strategia che nell’execution

Per decadi, abbiamo pensato ai profili di leader come grandi raccoglitori – due tipi popolari erano i “visionari”, che sposavano la strategia e pensavano a cose divertenti da fare, e gli “operativi” che facevano il lavoro duro. Intuitivamente sapevano che dovevano esserci dei leader che non rientravano in queste categorie, ma non se ne faceva nulla. Secondo una survey globale di 700 executives in diversi tipi di industrie, condotta da Strategy&, la divisione di consulenza strategica di PwC, solo l’8% dei leader d’azienda sembrava eccellere sia negli aspetti strategici che nell’execution.

Mission

Vogliamo aiutare le aziende ad ottenere risultati migliori di business, supportando la crescita personale e professionale di manager e collaboratori, sviluppando l’innovazione, e ottimizzando le attività di execution e di implementazione della strategia.

Seguici su

LinkedIn
YouTube

© VisionMind® s.r.l. 2017 . p.iva/c.f. 06975870962

Privacy e Cookie Policy