Photo by Patrick Fore on Unsplash

Centering: mantenere la concentrazione in situazioni stressanti

Quando è stata l’ultima volta che ti sei sentito stressato o ansioso? Per la maggior parte ci noi, è facile pensare ad una situazione recente!

Ci numerosissime situazioni in cui i nervi e lo stress possono avere la meglio su di te. Potrebbe trattarsi dello stress della gestione del carico di lavoro durante un periodo di elevate carenze di personale. O per problemi personali o economici. O ancora per il riflesso di notizie di cronaca angoscianti o per la situazione mondiale…

I sentimenti di ansia – battito cardiaco accelerato, mancanza di respiro, sudorazione e stordimento – sono normali in queste situazioni.

Ma, con un po’ di pratica, puoi trasformare questa energia nervosa in concentrazione positiva usando una tecnica chiamata “Centering”.

Che cos’è il Centering?

Il Centering è un’antica tecnica di visualizzazione popolare nell’Aikido, l’arte marziale difensiva giapponese dell'”armonia spirituale”. Ti insegna a concentrarti sul qui e ora, togliendo potere alle preoccupazioni esterne e ai pensieri negativi e aiutandoti a rimanere stabile e radicato.

L’Aikido allena la tua mente a controllare le reazioni del tuo corpo usando il concetto di “ki”. Questo approccio sostiene che tutto il potere fisico e mentale proviene dal flusso di energia attorno al tuo corpo. L’energia si perde quando sei teso o stressato, ma il Centering reindirizza l’energia negativa in modo benefico.

Ripensa a un momento in cui ti sentivi stressato o impaurito. Quali reazioni fisiche hai avuto? Muscoli tesi, respiro rapido, palmi sudati e battito cardiaco accelerato sono tutte reazioni comuni a una situazione stressante.

Ora, immagina che tutte queste sensazioni siano il risultato dell’energia che scorre attraverso il tuo corpo. Il Centering usa la tua mente per reindirizzare questa energia al centro del tuo corpo, dandoti un senso di calma interiore.

La tecnica è stata adottata come strumento di potenziamento dallo psicologo dello sport Robert Nideffer a metà degli anni ’70, e l’ha esplorata  nel suo libro del 1992, “Psyched to Win”. È stato anche sostenuto dal performance coach Don Greene nel suo libro del 2002, “Fight Your Fear and Win”. I due libri non sono tradotti in Italiano.

Quando il Centering è utile

Puoi utilizzare il Centering per migliorare la concentrazione e gestire lo stress prima di un discorso, un esame, un colloquio di lavoro, una trattativa … ogni volta che hai bisogno di mantenere la mente lucida in circostanze difficili.

Il Centering può essere utile anche in situazioni più comuni. Se hai bisogno di raccogliere i tuoi pensieri prima di una conversazione difficile, o se devi fornire cattive notizie, usa il Centering per incanalare i tuoi nervi in ​​modo da poter comunicare in modo chiaro, empatico ed efficace.

Come usare il Centering

Ci sono tre passaggi per il Centering:

Passaggio 1: concentrati sulla respirazione

Concentrati sulla respirazione profonda, usando il diaframma per aspirare l’aria riempiendo fino in fondo i polmoni.

Consiglio:

Se non hai familiarità con la respirazione profonda, prova questo esercizio:

Sdraiati sul pavimento o in un posto comodo ma sostenuto. Metti una mano sullo stomaco e fai un respiro profondo attraverso il naso. Usa l’aria che inspiri per spingere contro la tua mano. Il petto e le spalle non dovrebbero muoversi, solo lo stomaco. Espira lentamente e deliberatamente attraverso la bocca.

Trascorri un po’ di tempo concentrandoti completamente sulla respirazione.

Rilascia consapevolmente la tensione nel tuo corpo. Continua a respirare lentamente e profondamente, mentre esamini il tuo corpo alla ricerca di sensazioni di tensione. Inizia con le dita dei piedi e risali il tuo corpo, prestando attenzione a ciascun gruppo di muscoli mentre procedi. Rilassa i muscoli che si sentono tesi contraendoli e poi rilasciandoli.

Passaggio 2: trova il tuo centro

Individua il tuo “centro di gravità fisico” che, nel  Centering, è visualizzato a circa due pollici sotto l’ombelico. Acquisisci familiarità con dove si trova il tuo centro e ricorda come ci si sente: probabilmente scoprirai di sentirti radicato e stabilizzato concentrando la tua mente su questa parte del tuo corpo.

Quando inizi a sentirti stressato, rivolgi la tua attenzione al tuo centro per ricordare a te stesso che hai equilibrio e controllo. Una volta trovato, inspira ed espira profondamente almeno cinque volte. Continua a concentrarti sul tuo centro e senti la sensazione di essere stabilizzato e a terra.

Passaggio 3: reindirizza la tua energia

Infine, incanala la tua energia per raggiungere il tuo obiettivo.

Immagina che tutta l’energia del tuo corpo fluisca nel tuo centro. Trova alcune immagini che funzionino. Ad esempio, potresti immaginare questa energia come una palla luminosa, o forse un palloncino. Visualizza di mettere tutti i tuoi pensieri negativi nel palloncino e poi rilasciarlo.

Se immagini la tua energia come una palla, immagina di lanciarla lontano. Se lo vedi come un palloncino, immaginalo fluttuare sopra la tua testa. Lascia andare tutto ciò che ti fa sentire stressato. Immagina il tuo centro pieno di calma.

Alla tua prossima inspirazione, pensa a ciò che vuoi ottenere e concentrati sul pensiero positivo. Usa affermazioni come “Il lavoro è mio” o “Faccio ottime presentazioni”, mentre lasci andare le tue tensioni. Potresti anche ripetere una parola a te stesso, come “successo” o “fiducia”.

La pratica rende perfetti

L’uso del Centering richiede un po’ di pratica. È utile iniziare a imparare a usarlo molto prima di dover fare qualcosa di molto stressante. Prova a usare la tecnica durante le situazioni che ti causano stress su scala ridotta, magari con qualcosa che sperimenti al lavoro ogni giorno.

Una volta che hai imparato il Centering, puoi usarlo ogni volta che ti senti stressato e fuori controllo. Ti insegnerà anche a fidarti del tuo istinto di fronte a una situazione difficile.

Tags: ,

Barbara Badiali

“La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità.” (Albert Einstein)

Mission

Vogliamo aiutare le aziende ad ottenere risultati migliori di business, supportando la crescita personale e professionale di manager e collaboratori, sviluppando l’innovazione, e ottimizzando le attività di execution e di implementazione della strategia.

Seguici su

LinkedIn
YouTube

© VisionMind® s.r.l. 2022 . p.iva/c.f. 06975870962

Privacy Policy . Cookie Policy . Preferenze Cookie